MOBILEKIDS ITALIA

MobileKids

Italia

MobileKids è uno studio finanziato dal Consiglio Europeo della Ricerca, condotto da un gruppo di 5 ricercatrici di Sociologia (CIRFASE, Università di Louvain, Belgio).  Il suo obiettivo è comprendere le esperienze vissute dai bambini Italiani, Belgi e Francesi che crescono in famiglie divorziate o separate e che hanno scelto un sistema di alloggio materialmente condiviso. Vogliamo identificare i bisogni specifici di questi bambini che vivono tra due luoghi di residenza, a partire dalla propria prospettiva sulla loro vita. Studieremo inoltre come, e in quali circostanze, i bambini si appropriano di questa situazione e sviluppano potenzialmente nuove pratiche e maniere di essere che incorporano la capacita di mantenere relazioni sociali in un contesto multi-locale, anche attraverso le tecnologie digitali.   In conclusione, speriamo di arricchire la nostra comprensione del futuro delle società dove mobilità geografica e virtuale diventano un tutt’uno, e fanno sempre più parte delle nostre esperienze quotidiane al livello personale, familiare, e professionale.

a-propos-3

Il progetto di Sarah Murru

projet-sarah

L’affido condiviso come un veicolo di autonomia e di agency?

Questo progetto di ricerca cerca di capire in quale modo i bambini di genitori separati che vivono in affido materialmente condiviso sviluppano nuove competenze e/o modi di realizzare una vita multi-locale. In particolare, provo di capire come questi bambini sono attore dei vari cambiamenti che accadono dopo la separazione dei lori genitori – le nuove organizzazioni, la mobilità, o magari l’arrivo di nuovi membri e figure di autorità nella famiglia – e in quale modo questa vita quotidiana tra due case sviluppi alcune forme di autonomia. Più in generale, è centrale in questo progetto di ricerca dare la parola ai bambini affinché condividano la propria prospettiva sulla loro vita e sulla mobilità tra due luoghi di residenza. A tal fine, utilizzo metodi creative e partecipanti, come giochi da tavolo o foto, che aiutano i bambini a raccontarsi.